Circe

 12,00

Ci sembra di sapere tutto della storia di Circe, la maga raccontata da Omero, che ama Odisseo e trasforma i suoi compagni in maiali. Eppure esistono un prima e un dopo nella vita di questa figura, che ne fanno uno dei personaggi femminili più fascinosi e complessi della tradizione classica. Circe è figlia di Elios, dio del sole, e della ninfa Perseide, ma è tanto diversa dai genitori e dai fratelli divini: ha un aspetto fosco, un carattere difficile, un temperamento indipendente; è perfino sensibile al dolore del mondo e preferisce la compagnia dei mortali a quella degli dèi. Quando, a causa di queste sue eccentricità, finisce esiliata sull’isola di Eea, non si perde d’animo, studia le virtù delle piante, impara a addomesticare le bestie selvatiche, affina le arti magiche. Ma Circe è soprattutto una donna di passioni: amore, amicizia, rivalità, paura, rabbia, nostalgia accompagnano gli incontri che le riserva il destino – con l’ingegnoso Dedalo, con il mostruoso Minotauro, con la feroce Scilla, con la tragica Medea, con l’astuto Odisseo, naturalmente, e infine con la misteriosa Penelope. Finché – non più solo maga, ma anche amante e madre – dovrà armarsi contro le ostilità dell’Olimpo e scegliere, una volta per tutte, se appartenere al mondo degli dèi, dov’è nata, o a quello dei mortali, che ha imparato ad amare. Poggiando su una solida conoscenza delle fonti e su una profonda comprensione dello spirito greco, Madeline Miller fa rivivere una delle figure più conturbanti del mito e ci regala uno sguardo originale sulle grandi storie dell’antichità.

Disponibile (ordinabile)

Titolo: Circe

Lo consigliamo perché: è un libro viscerale. Ti entra dentro e non lo lasci andare mai più. Per chi è appassionato della mitologia greca e per chi non lo è: resta in ogni caso una bellissima storia di crescita personale e rivalsa, di una donna piena di forza, di volontà e della sua indomita resilienza.

 

Informazioni generali

Autore: Madeline Miller

Editore: Marsilio

Anno edizione: 2021

Collana: Universale Economica Feltrinelli

Pagine: 416

Formato: Libro in Brossura

Traduttore: Magri M.

Abstract: È stato amore a prima vista, con Circe.⁣

È un libro che ti apre anima e cuore,⁣ di quelli che quando li hai finiti non ne vuoi leggere altri perché sai che non saranno alla sua altezza.⁣

Quello che, da sempre, emerge dalla sua figura di questa donna è che lei è cattiva, quella che trasforma gli uomini in porci, ma nessuno si è mai soffermato a chiedersi: perché?

Ed ecco che appare Madeline Miller che, con originalità e una buona dose di conoscenza della mitologia greca, ci scrive un romanzo su Circe e lo fa in maniera egregia:⁣ la sua penna è poesia allo stato puro, incanta.⁣

Per due giorni non ho pensato ad altro che a leggerlo tutto d’un fiato. Non è esistita una parte noiosa.

Merita? Sì, da morire. È stato perfetto per me, dall’inizio alla fine.⁣

Circe è una dea, è una maga ma prima di tutto è una donna: potente, passionale, estremamente intelligente.⁣

Impariamo conoscerla fin da piccola: figlia del titano Elios e della ninfa Perseide, Circe si distingue fin da subito dalla sua famiglia tanto divina quanto superficiale.⁣

Come spesso accade per chi è ‘diverso’, viene emarginata: nessuno la vuole, nessuno la ama.⁣

Poi, una volta esiliata sull’isola di Eea, totalmente sola e abbandonata a se stessa, apprende che forse senza quella famiglia sta di gran lunga meglio. Affina l’arte dei ‘pharmaka’, la sua magia, e capisce che quell’indipendenza le calza a pennello.⁣

Conoscerà uomini e dèi, eroi e mostri; aiuterà quanto può, verrà tradita e amata. ⁣

La storia di una donna autonoma, della sua crescita personale, della sua indomita resilienza e della sua rivalsa, della sua esistenza sempre in bilico tra natura divina e attrazione per il mondo dei mortali.