Non tutto è perduto

 19,00

SPECIFICA NELLA NOTA DELL’ORDINE SE DESIDERI AUTOGRAFO E DEDICA!

Il commissario Bordelli è andato in pensione e la malinconia si fa sentire, nonostante la presenza sempre più stretta della bella Eleonora e le immancabili cene della Confraternita. Il giovane sessantenne fa lunghe passeggiate in collina, ripensa al passato, e a poco a poco si fa strada nella sua mente l’idea di risolvere l’unico caso della sua carriera rimasto insoluto: un ragazzo, figlio di un industriale fascista, ucciso nel 1947 con diverse coltellate… forse una vendetta? Era la sua prima indagine, e all’epoca non era riuscito a venirne a capo, anche perché molto presto era arrivato l’ordine di lasciar perdere, non era il clima giusto per rovistare nelle tragedie della guerra, l’Italia aveva bisogno di pace e di serenità. Ma adesso, dopo ventitré anni, può provare a risolverlo, anche se non ufficialmente. Nel frattempo cerca di dare una mano a Piras, diventato vice commissario, e finisce per ritrovarsi alle prese con due crimini odiosi che reclamano giustizia, una giustizia che forse andrà cercata al di fuori delle regole…

Disponibile (ordinabile)

EAN: 9788823529151 SKU: 9788823529151 Categorie: , , , Tag: , , , ,

Cod Ean: 9788823529151
Titolo: Non tutto è perduto. Un’avventura del commissario Bordelli
Autore: Vichi Marco
Curatore:
Prezzo: € 19,00
Editore: Guanda
Anno edizione: 0
Collana: Guanda noir
Pagine: 456
Formato: Libro in brossura
Traduttore:
Classificazione: Giallo storico

Abstract: Non tutto è perduto

Il commissario Bordelli è andato in pensione e la malinconia si fa sentire, nonostante la presenza sempre più stretta della bella Eleonora e le immancabili cene della Confraternita. Il giovane sessantenne fa lunghe passeggiate in collina, ripensa al passato, e a poco a poco si fa strada nella sua mente l’idea di risolvere l’unico caso della sua carriera rimasto insoluto: un ragazzo, figlio di un industriale fascista, ucciso nel 1947 con diverse coltellate… forse una vendetta? Era la sua prima indagine, e all’epoca non era riuscito a venirne a capo, anche perché molto presto era arrivato l’ordine di lasciar perdere, non era il clima giusto per rovistare nelle tragedie della guerra, l’Italia aveva bisogno di pace e di serenità. Ma adesso, dopo ventitré anni, può provare a risolverlo, anche se non ufficialmente. Nel frattempo cerca di dare una mano a Piras, diventato vice commissario, e finisce per ritrovarsi alle prese con due crimini odiosi che reclamano giustizia, una giustizia che forse andrà cercata al di fuori delle regole…

NOTA DELLE LIBRAIE: Per tutti i libri di Marco Vichi è possibile ricevere una copia con AUTOGRAFO E DEDICA, sempre!
Scrivi nella nota dell’ordine che vuoi la copia con dedica personalizzata (scrivi anche a chi vuoi che sia dedicato il libro) e autografo dell’autore!

PS. Appena l’autore passerà dalla libreria per firmare la copia, il libro sarà pronto per la spedizione!